24 Gennaio 2017

Bonus 50% per acquisto di una casa a Roma in classe A o B

News

Home News Bonus 50% per acquisto di una casa a Roma in classe A o B
Bonus 50% per acquisto di una casa a Roma in classe A o B

Intermedia, la società di intermediazione del Gruppo Caltagirone che vende e affitta case e appartamenti a Roma da oltre quindici anni, ricorda che è stata prorogata di 12 mesi la possibilità di usufruire delle detrazioni del 50% sugli interventi di ristrutturazione degli immobili e sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici in classe A+. E’ riconfermata anche la detrazione IVA al 50% per l’acquisto, direttamente dalle imprese di costruzione, di case e appartamenti in classe energetica A e B.

L’incentivo è stato introdotto nella Legge di Stabilità 2016 e consiste in una detrazione del 50% sull’Irpef da recuperare in 10 anni. Il bonus, valido per l’acquisto direttamente dall’impresa, non prevede distinzioni tra prima e seconda casa. Alla base del Bonus sta l’idea di indirizzare la domanda verso case nuove e riequilibrare il trattamento fiscale riservato a chi acquista case di ultima generazione rispetto a chi invece si rivolge al mercato dell’usato. Le caratteristiche costruttive di antisismica ed efficienza energetica delle case nuove sono migliori rispetto a quelle di un’abitazione vecchia, sia pure anche ristrutturata.

Inoltre, la legge di Bilancio 2017 proroga al 31 dicembre prossimo la possibilità di detrarre dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) il 50% delle spese sostenute per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni dei condomìni. La legge proroga anche il bonus mobili per l’arredo di abitazioni che sono state oggetto di interventi di ristrutturazione e introduce il bonus alberghi per la riqualificazione delle strutture ricettive.

La detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2017, fino ad un tetto massimo ammissibile di 96 mila euro, per chi vuole ristrutturare una casa o un appartamento a Roma spetta per gli interventi di: manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale; manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali; ricostruzione o ripristino degli immobili danneggiati dalle calamità naturali, a condizione che sia stato dichiarato lo stato di emergenza; acquisto e costruzione di box e posti auto pertinenziali; eliminazione delle barriere architettoniche; installazione di dispositivi anti-intrusione; cablatura e riduzione dell’inquinamento acustico; acquisto e installazione di impianti fotovoltaici; messa in sicurezza dal punto di vista sismico (la legge introduce il Sismabonus, che scade il 31 dicembre 2021 e permette incentivi maggiori in base ai risultati); bonifica dall’amianto; installazione di sistemi anti-infortunio.

Il bonus mobili prevede una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla «A+» («A» per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione iniziata nel 2016.

Hai trovato utile questo articolo?
Condividilo!